Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
consolato_buenosaires

Pagamento pensioni INPS

 

Pagamento pensioni INPS

17/07/2015   PAGAMENTO DELLE PENSIONI INPS ALL’ESTERO.  COMUNICAZIONE DELL’INPS SULLA CONCLUSIONE DELLA CAMPAGNA  2015 DI VERIFICA DELL’ESISTENZA IN VITA.

 

Lo scorso 3 giugno è terminata la fase del procedimento di verifica dell’esistenza in vita basata esclusivamente sull’invio a Citibank della documentazione cartacea.

Per i pagamenti della sola rata di luglio delle pensioni, i cui titolari non hanno ancora fornito l’attestazione di esistenza in vita,  è stata disposta la localizzazione degli stessi presso gli sportelli di Western Union.
Per avvertire i pensionati interessati della possibilità di riscuotere la pensione allo Sportello Western Union, Citibank ha inviato una comunicazione personalizzata con l’indicazione del “Money Tranfer Control Number” (MTCN).
Nel caso in cui il pensionato non dovesse ricevere tale comunicazione, potrà ottenere le informazioni necessarie ed il codice MTCN contattando il Servizio Clienti di Citibank  (Numero gratuito 0800-266-4513) o le strutture territoriali INPS competenti.
La riscossione che avvenga entro il prossimo 21 luglio (data ultima per la predisposizione del pagamento del rateo di agosto) da parte del pensionato, costituirà prova dell’esistenza in vita e per le successive rate saranno ripristinate le modalità di pagamento ordinarie.


Ove, invece, la riscossione non avvenga entro quella data, i pagamenti successivi saranno sospesi dalla Banca e potranno essere ripristinati solo a seguito della produzione di adeguata prova dell’esistenza in vita, sia in forma cartacea che attraverso la riscossione personale  (che potrà comunque avvenire fino al 24 settembre prossimo).
In tal caso, il ripristino dei pagamenti avverrà come segue:

- Se la riscossione della rata di luglio avverrà fra il 22 luglio 2015 e il 19 agosto 2015, il ripristino dei pagamenti delle pensioni avverrà a partire dal rateo di settembre 2015;
- Se la riscossione della rata di luglio avverrà fra il 20 agosto 2015 e il 19 settembre 2015, il ripristino dei pagamenti delle pensioni avverrà a partire dal rateo di ottobre 2015;
-  Se la riscossione della rata di luglio avverrà fra il 20 settembre 2015 e il 24 settembre 2015, il ripristino dei pagamenti delle pensioni avverrà a partire dal rateo di novembre 2015.
Nel caso in cui il pagamento in contanti della rata di luglio sia incassato dopo il 21 luglio 2015, il pensionato dovrà richiedere la riemissione delle rate eventualmente non pagate in quanto sospese alla Sede INPS che gestisce la pensione, la quale potrà disporre il pagamento solo previa verifica dell’avvenuto accertamento dell’esistenza in vita da parte di Citibank.

 

.

 

 

 

 
23/02/2015  PAGAMENTO DELLE PENSIONI INPS ALL'ESTERO: COMUNICAZIONI RELATIVE ALLA VERIFICA DELL’ESISTENZA IN VITA PER L’ANNO 2015.
 

1. L’INPS ha appena reso noto che, a decorrere dal 2 febbraio scorso, è stata avviata la rilevazione annuale  dell'esistenza in vita dei pensionati INPS, a cui si sono recentemente aggiunti anche quelli ex INPDAP. L'Istituto ha precisato che saranno concessi quattro mesi per trasmettere a Citibank, Istituto di credito abilitato, il modulo di attestazione dell'esistenza in vita, e cio' dovra' avvenire entro il 3 giugno 2015.

2. E' in corso da parte dell'INPS la spedizione ai pensionati del plico contenente la lettera esplicativa ed il modello di attestazione (vedasi allegati) che presentano caratteristiche analoghe a quelle utilizzate lo scorso anno. Il certificato e' redatto in due lingue su di un unico foglio (fronte e retro), onde evitare che il pensionato invii 2 certificati.

3. Casi particolari e procedure alternative di attestazione dell'esistenza in vita.
L'INPS ha rilevato che, in occasione della precedente verifica generalizzata dell'esistenza in vita, i pubblici funzionari di alcuni Paesi talvolta si rifiutavano di sottoscrivere il modulo di Citi.
Per evitare difficolta' ai pensionati, Citi accettera', nei casi in cui il pensionato non possa produrre l'attestazione standard per i suddetti problemi, i moduli di certificazione di esistenza in vita emessi da enti pubblici locali.
Chiaramente tali moduli devono costituire valida attestazione dell'esistenza in vita, ai sensi della legge del Paese di residenza del pensionato (non sono validi, ad es., i semplici certificati di residenza).
Nel caso in cui il pensionato si trovi in grave stato di infermita' fisica o mentale o se si tratti di pensionati disabili che risiedono in istituti di riposo o sanitari, pubblici o privati, o di pensionati reclusi in istituti di detenzione, e' necessario contattare il servizio di assistenza di Citi che rendera' disponibile il modulo alternativo di certificazione di esistenza in vita (modulo verde).
Anche il modulo verde, su richiesta del pensionato o del Patronato, sara' inviato a mezzo email in formato PDF.
Questo modulo dovra' essere compilato e sottoscritto da uno dei seguenti soggetti e restituito a Citi unitamente alla documentazione supplementare sotto elencata:

   Soggetto attestante Documentazione supplementare

  • Un funzionario dell' ente pubblico o privato in cui risiede il pensionato che dovrà rilasciare una dichiarazione   recente su carta intestata dell'ente che conferma, sotto la propria esclusiva responsabilita', che il pensionato sia in vita e invalido;
  • Il medico generico responsabile delle cure del pensionato che dovrà rilasciare una dichiarazione recente su carta intestata del medico che conferma, sotto la propria esclusiva responsabilita', che il pensionato sia in vita e impossibilitato a seguire la procedura standard.
  • Il rappresentante o il tutore legale del pensionato che dovrà produrre una copia autenticata da notaio di una procura recente e debitamente timbrata o di una sentenza di nomina del tribunale. 

 Citi, con la diligenza richiesta per l'istituto di credito fornitore del servizio, controllerà:

  • la presenza del timbro dell'istituzione/ente/persona che ha conferito la procura al soggetto attestante, quando il soggetto attestante e' una persona designata procuratore o tutore legale del pensionato;
  • la presenza della firma del soggetto attestante;
  • la presenza del timbro del soggetto attestante o il timbro dell'ente coinvolto o rappresentato dal soggetto attestante, restando inteso che il timbro non sarà necessario nelle ipotesi di soggetto attestante nominato procuratore o tutore legale del pensionato.

4. Riscossione personale presso sportelli del Partner d'appoggio.
Nel caso in cui l'andamento dei rientri delle attestazioni di esistenza in vita faccia ritenere che non tutti i pensionati sono stati in condizione di assolvere all'adempimento entro il termine del 3 giugno 2015, l'INPS valutera' la possibilita' di localizzare agli sportelli del Partner d'appoggio della Banca, per la riscossione personale da parte del beneficiario, i pagamenti delle rate di luglio e di agosto delle pensioni intestate ai soggetti che non avranno fatto pervenire la prova di esistenza in vita entro il termine. Come e' noto, il Partner d'appoggio per la verifica dell'esistenza in vita e' Western Union. L’INPS rammenta che a riscossione personale  da parte del pensionato presso Western Union costituira' prova dell'esistenza in vita e per le successive rate saranno ripristinate le modalita' di pagamento ordinarie.


5. Servizio di assistenza di Citi
L'INPS comunica che e' attivo il Servizio Clienti a supporto dei Pensionati, Delegati, Procuratori, Consolati che richiedessero assistenza inerente al modulo di attestazione di esistenza in vita ed altre tematiche riguardanti la verifica. Il Servizio Clienti Citi puo' essere contattato:


FAC SIMILE esistenza in vita 2015.pdf

FAC SIMILE lettera esplicativa esistenza in vita 2014.pdf


 

.

20/06/2014  PAGAMENTO DELLE PENSIONI INPS ALL’ESTERO.  COMUNICAZIONE DELL’INPS SULLA CONCLUSIONE DELLA CAMPAGNA DI VERIFICA DELL’ESISTENZA IN VITA


Il 3 giugno è terminata la fase del procedimento di verifica dell’esistenza in vita basata esclusivamente sull’invio a CITIBANK della documentazione cartacea.

I pagamenti delle rate di Luglio ed Agosto delle pensioni i cui titolari non hanno ancora fornito l’attestazione di esistenza in vita, sarà disposta la localizzazione degli stessi presso gli sportelli di Western Union.  La riscossione personale da parte del pensionato costituirà prova dell’esistenza in vita e per le successive rate saranno ripristinate le modalità di pagamento ordinarie.

Occorre tener presente al riguardo che Citibank provvede a predisporre i pagamenti del mese successivo a partire dal giorno 20 del mese precedente.   Per determinare il ripristino delle ordinarie modalità di pagamento a partire dalla rata di Agosto, la riscossione della rata di Luglio dovrà avvenire entro il giorno 19 di tale mese.

Il pensionato avrà comunque la possibilità di riscuotere la rata successivamente, in quanto il mandato ha la di validità tre mesi.
Ove tuttavia la riscossione di tale rata avvenisse dopo il 19 luglio, il ripristino delle modalità ordinarie di riscossione avverrà a partire della prima rata utile successiva.  Analoghe considerazioni possono essere fatte per la rata di Agosto.

In caso di mancata riscossione di entrambe tali rate tali rate entro il 19 Agosto, i pagamenti successivi saranno sospesi dalla Banca e potranno essere ripristinati solo a seguito della produzione di adeguata prova dell’esistenza in vita da parte dei soggetti interessati.

Anche In questa fase saranno comunque prese in considerazione da Citibank eventuali valide attestazioni di esistenza in vita prodotte dai pensionati interessati

.

 
03/04/2014 Presentazione CUD 2014 per i redditi percepiti durante il 2013.
 
 
Si informa che l’INPS ha già avviato le procedure di inoltro ai singoli pensionati residenti all'estero del modulo RED/EST relativo all'accertamento dei redditi percepiti nel 2013.
Si tratta della consueta verifica annuale dei redditi dei pensionati che sono titolari di prestazioni il cui importo dipende dalla situazione economica del beneficiario e dei suoi familiari. Si tratta, in particolare, dell'integrazione della pensione al trattamento minimo, delle maggiorazioni sociali, dei trattamenti di famiglia, delle pensioni ai
superstiti, della somma aggiuntiva per pensioni basse (cd. "quattordicesima") e altri
benefici di analoga natura.
Le tipologie di redditi che devono essere dichiarati sono:
- Redditi da lavoro dipendente e per prestazioni previdenziali;
- Redditi da lavoro autonomo, professionale e di partecipazione;
- Redditi da immobili;
- Redditi da capitali;
- Redditi relativi ad arretrati riferiti ad anni precedenti, compresi eventuali arretrati di
pensioni estere, riferiti ad anni precedenti;
- Rendite vitalizie o a tempo determinato a titolo oneroso;
- Redditi assistenziali.
Le dichiarazioni possono essere compilate dai connazionali all'estero presso i Patronati, ovvero inviate in formato cartaceo agli uffici provinciali dell'INPS.
L’INPS ha gia' reso disponibile ai Patronati la procedura informatica per l'acquisizione dei dati reddituali e la trasmissione della dichiarazione all'Istituto in modo sicuro (evitando cosi' la trasmissione cartacea). In questo modo, i Patronati potranno pianificare in modo piu' adeguato gli appuntamenti con i pensionati per assisterli gratuitamente.
Si comunica inoltre che sul sito istituzionale dell’INPS è disponibile il facsimile di modello RED/EST (in versione italiana, inglese e tedesca ), che potra' essere utilizzato da coloro i quali non siano in grado o scelgano di non rivolgersi ai Patronati.
Si ricorda che per scaricare il modello occorre connettersi al sito www.inps.it , accedere alla sezione "moduli" e, infine, "convenzioni internazionali": i moduli da utilizzare sono denominati "RESIDENTI ALL'ESTERO - Dichiarazione redditi per i pensionati all'estero”.
I moduli contengono le note illustrative che consentono una corretta compilazione e indicano i documenti che devono essere allegati per il buon esito della dichiarazione. Le dichiarazioni, cosi' predisposte e corredate dei documenti necessari, devono essere inviate alla sede INPS che gestisce la pensione di cui il dichiarante e' titolare.
La mancata trasmissione della dichiarazione dei redditi nei tempi e nei modi stabiliti dagli Enti previdenziali che le erogano, comporterà la sospensione delle prestazioni collegate al reddito nel corso dell'anno successivo a quello in cui la dichiarazione dei redditi avrebbe dovuto essere resa.
A coloro i quali non avranno prodotto la dichiarazione della propria situazione reddituale entro il 15 luglio 2014, verra' inviata una nota che ricordera' la necessita' di dichiarare i redditi entro il 31 dicembre 2014.
Si raccomanda, infine, di curare che la dichiarazione esponga la situazione reddituale in modo corretto e completo, tenuto conto che la legge prevede l'obbligo di restituzione delle somme indebitamente percepite in caso di omessa o incompleta segnalazione da parte del pensionato di fatti, incidenti sul diritto o sulla misura della pensione goduta, non conosciuti dall'Inps.
 

.

11/02/2014 PAGAMENTO DELLE PENSIONI INPS ALL'ESTERO: COMUNICAZIONI RELATIVE ALLA VERIFICA DELL’ESISTENZA IN VITA PER L’ANNO 2014


1. L’INPS ha appena reso noto che, a decorrere dalla fine del corrente mese di gennaio, e’ stata  avviata la rilevazione annuale dell'esistenza in vita dei pensionati INPS, a cui si sono recentemente aggiunti anche quelli ex INPDAP. L'Istituto ha precisato che saranno concessi quattro mesi per trasmettere a Citibank, Istituto di credito abilitato, il modulo di attestazione dell'esistenza in vita, e ciò dovrà avvenire entro il 3 giugno 2014.

2. E' in corso da parte dell'INPS la spedizione ai pensionati del plico contenente la lettera esplicativa ed il modello di attestazione (vedasi allegati) che presentano caratteristiche analoghe a quelle utilizzate lo scorso anno. Il certificato e' redatto in due lingue su di un unico foglio (fronte e retro), onde evitare che il pensionato invii 2 certificati.

3. Casi particolari e procedure alternative di attestazione dell'esistenza in vita.
L'INPS ha rilevato che,in occasione della prima verifica generalizzata dell'esistenza in vita, i pubblici funzionari di alcuni Paesi talvolta si rifiutavano di sottoscrivere il modulo di Citi.
Per evitare difficoltà ai pensionati, Citi accetterà le certificazioni di esistenza in vita emesse da enti pubblici locali qualora il pensionato non riesca ad ottenere, a causa del rifiuto del pubblico funzionario, l'attestazione su modulo standard.
Chiaramente tali certificazioni devono costituire valida attestazione dell'esistenza in vita, ai sensi della legge del Paese di residenza del pensionato (non sono validi, ad es., i semplici certificati di residenza).

Nel caso in cui il pensionato si trovi in grave stato di infermità fisica o mentale o se si tratti di pensionati disabili che risiedono in istituti di riposo o sanitari, pubblici o privati, o di pensionati reclusi in istituti di detenzione, e' necessario contattare il servizio di assistenza di Citi che renderà disponibile il modulo alternativo di certificazione di esistenza in vita (modulo verde). Anche il modulo verde, su richiesta del pensionato o del Patronato, dovrà essere inviato a mezzo e-mail in formato PDF. Tale modulo dovra' essere compilato e sottoscritto da uno dei seguenti soggetti e restituito a Citi unitamente alla documentazione supplementare sotto elencata:
     Soggetto attestante Documentazione supplementare
          o un funzionario dell' ente pubblico o privato in cui risiede il pensionato che dovrà rilasciare una dichiarazione recente    su carta intestata dell'ente che conferma, sotto la propria esclusiva responsabilità, che il pensionato sia in vita e invalido; 
         o Il medico generico responsabile delle cure del pensionato che dovrà rilasciare una dichiarazione recente su carta intestata del medico che conferma, sotto la propria esclusiva responsabilità, che il pensionato sia in vita e impossibilitato a seguire la procedura standard.
         o Il rappresentante o il tutore legale del pensionato che dovrà produrre una copia autenticata da notaio di una procura recente e debitamente timbrata o di una sentenza di nomina del tribunale. 

 Citi, con la diligenza richiesta per l'istituto di credito fornitore del servizio, controllerà:
       la presenza del timbro dell'istituzione/ente/persona che ha conferito la procura al soggetto attestante, quando il soggetto attestante e' una persona designata procuratore o tutore legale del pensionato;
       la presenza della firma del soggetto attestante;
       la presenza del timbro del soggetto attestante o il timbro dell'ente coinvolto o rappresentato dal soggetto attestante, restando inteso che questo meccanismo di verifica non sarà applicabile nelle ipotesi di soggetto attestante nominato procuratore o tutore legale del pensionato.

4. Riscossione personale presso sportelli del Partner d'appoggio.
Nel caso in cui l'andamento dei rientri delle attestazioni di esistenza in vita faccia ritenere che non tutti i pensionati sono stati in condizione di assolvere all'adempimento entro il termine del 3 giugno 2014, l'INPS valuterà la possibilità di localizzare presso gli sportelli del Partner d'appoggio della Banca, per la riscossione personale da parte del beneficiario, i pagamenti delle rate di luglio e di agosto delle pensioni intestate ai soggetti che non avranno fatto pervenire la prova di esistenza in vita entro il termine. Come e' noto, il Partner d'appoggio per la verifica dell'esistenza in vita e' Western Union. La riscossione personale da parte del pensionato costituirà prova dell'esistenza in vita e per le successive rate saranno ripristinate le modalità di pagamento ordinarie.

5. Servizio di assistenza di Citi
L'INPS comunica che e' attivo il Servizio Clienti a supporto dei Pensionati, Delegati, Procuratori, Consolati che richiedessero assistenza inerente al modulo di attestazione di esistenza in vita ed altre tematiche riguardanti la verifica. Il Servizio Clienti Citi puo' essere contattato:
a  visitando la pagina web: www.inps.citi.com;
b  inviando un'e-mail all'indirizzo: inps.pensionati@citi.com;
c  telefonando ad uno dei numeri verdi indicati nella lettera esplicativa.



FAC SIMILE esistenza in vita 2014.pdf

FAC SIMILE lettera esplicativa esistenza in vita 2014.pdf

 

.

 

10/09/2013 RICALCOLO DELLE PENSIONI DEI RESIDENTI ALL'ESTERO A SEGUITO DELLA VERIFICA DEI REDDITI 2010 E 2011

Come tutti gli anni l’INPS ha provveduto ad effettuare il ricalcolo degli importi delle pensioni a seguito delle dichiarazioni  dei redditi relative al 2010 e  al  2011.

L'INPS inviera' ai pensionati  un'apposita comunicazione,  accompagnata da utili indicazioni per ottenere eventuali chiarimenti sulla procedura  seguita  per il ricalcolo.

Ulteriori informazioni sono contenute nell'allegata note dell'INPS

Per qualsiasi chiarimento , e' possibile  consultare il sito www.inps.it,  contattare l'INPS attraverso il Contact Center sul sito istituzionale o attraverso il Numero Verde 803.164, o far riferimento all'assistenza gratuita prestata dagli Enti di patronato.

 

.


30/08/2013
PAGAMENTO DELLE PENSIONI EX INPDAP ED EX ENPALS ALL'ESTERO: AVVIO DELLA VERIFICA DELL'ESISTENZA IN VITA.

1. L'INPS ha comunicato che, al fine di evitare l'erogazione di prestazioni indebite a soggetti diversi dal beneficiario del trattamento pensionistico, Citibank N.A. avviera' a partire da settembre 2013 la rilevazione dell'esistenza in vita dei pensionati che riscuotono all'estero trattamenti delle gestioni pubbliche (ex INPDAP) e dello sport e spettacolo (ex ENPALS).
L'attivita' di verifica, condotta da Citibank N.A., interessera' all'incirca 3.800 pensionati delle gestioni pubbliche (ex INPDAP) e piu' di 1.000 pensionati delle gestioni sport e spettacolo (ex ENPALS), e non riguardera' i pensionati che sono titolari anche di trattamenti pensionistici delle gestioni private INPS (per i quali viene effettuata separatamente nell'ambito della procedura di accertamento prevista per i pensionati INPS) ed i pensionati residenti all'estero che riscuotono la propria pensione in Italia.

2. I pensionati avranno a disposizione centoventi giorni per trasmettere a Citibank N.A. le attestazioni richieste spedendole alla casella postale: PO Box 4873 Worthing BN99 3GB, United Kingdom. I moduli di certificazione dell'esistenza in vita, correttamente compilati, firmati, datati e corredati della documentazione di supporto, dovranno comunque essere spediti entro e non oltre il 31 dicembre 2013.
Il mancato invio, entro la suddetta data, dell'attestazione di esistenza in vita ovvero la mancata validazione dei moduli trasmessi dal pensionato a causa dell'incompleta compilazione della modulistica inviata, comportera' la sospensione, sulla prima rata utile, dei pagamenti dei trattamenti pensionistici.

3. Citibank N.A. provvedera' a spedire all'indirizzo dei pensionati pubblici interessati dalla verifica dell'esistenza in vita un plico contenente una modulistica personalizzata in base allo Stato di residenza del pensionato.
Il suindicato plico comprende:
a) una lettera di chiarimenti relativa alle modalita' di compilazione del modello di certificazione;
b) il modulo di attestazione di esistenza in vita, redatto in due lingue (italiano/inglese, italiano/francese, italiano/spagnolo, italiano/francese e italiano/portoghese). Si evidenzia che, in tale modulo di certificazione dell'esistenza in vita, alla sezione "Numero di pensione" l'interessato dovra' indicare il numero di iscrizione del trattamento pensionistico come individuato dal cedolino di pensione, ovvero come assegnato dal decreto/determinazione di concessione della pensione.
La lettera esplicativa, di cui al punto a), conterra':
- le istruzioni necessarie all'esatta compilazione da parte del pensionato dell'attestazione richiesta, comprensiva di un foglio informativo contenente le risposte agli interrogativi o dubbi che piu' frequentemente potrebbero venir posti dai pensionati (F.A.Q.);
- l'indicazione della documentazione richiesta a corredo del suindicato modulo di certificazione: fotocopia di un documento d'identita' valido munito di foto (passaporto, carta d'identita' o patente di guida), oppure fotocopia della prima pagina di un estratto conto bancario recente ovvero fotocopia di una bolletta dove siano indicate le generalita' anagrafiche del pensionato;
- le indicazioni per contattare il servizio di assistenza ai pensionati predisposto da Citibank N.A., comprensive dei recapiti telefonici predisposti in relazione ai singoli Stati esteri di residenza dei soggetti interessati alla verifica di esistenza in vita, del numero verde locale del Paese di residenza e dell'indirizzo di posta elettronica della Struttura Citibank N.A. a supporto dei pensionati;
- la lista dei soggetti legittimati ad autenticare la firma del pensionato (cosiddetti "testimoni accettabili") per il paese di residenza del pensionato.
Per consentire una tempestiva gestione del flusso di rientro delle attestazioni prodotte con tale modulo di certificazione lo stesso e' contrassegnato in modo specifico per ciascun pensionato, riportando un numero di riferimento, attribuito da Citibank N.A., univoco per ogni pensionato pubblico nonche' un numero identificativo della comunicazione.
Tali codici identificativi personalizzati permetteranno, inoltre, ai pensionati di usufruire del servizio di assistenza predisposto da Citibank N.A..
Per i motivi sopra esposti, il predetto Istituto ha precisato che non e' possibile utilizzare modelli difformi dal menzionato modulo come ad esempio modelli in bianco. Nel caso in cui il pensionato non ricevesse tale modulo o in caso di smarrimento dello stesso, egli dovra' contattare il servizio di assistenza di Citibank N.A. che provvedera' all'inoltro di un nuovo modello personalizzato.

4. L'INPS ha inoltre comunicato che le dichiarazioni rese dai pensionati con i moduli di certificazione dell'esistenza in vita devono essere sottoscritte da "testimoni accettabili" quali ad esempio i funzionari delle Rappresentanze diplomatiche e consolari italiane all'estero ovvero pubblici ufficiali individuati dalla legislazione locale.
A tal scopo e' stato predisposto un elenco contenente i profili professionali, che in base alle disposizioni normative vigenti nei singoli Stati esteri, sono legittimati all'autenticazione delle suindicate attestazioni.

5. L'INPS ha segnalato che, sulla base dell'esperienza acquisita con le campagne di esistenza in vita condotte dall'Istituto per i pensionati della Gestione privata INPS, nel corso delle quali sono state accertate criticita' in ordine al "Testimone accettabile", ha adottato le seguenti iniziative per agevolare l'attivita' di accertamento:
- Nel caso in cui i pubblici funzionari si rifiutassero di sottoscrivere il modulo di Citibank N.A., verranno accettati i moduli di certificazione di esistenza in vita emessi da enti pubblici locali purche' gli stessi costituiscano valida attestazione dell'esistenza in vita, ai sensi della normativa vigente nello Stato di residenza del pensionato.
In tal caso, per facilitare il completamento del processo di gestione delle certificazioni, e' necessario che il pensionato alleghi ai moduli di certificazione di esistenza in vita rilasciati dalle Autorita' locali anche quello predisposto dall'Istituto di credito possibilmente compilato in ogni sua parte.
- Nel caso, invece, in cui il modulo di certificazione dell'esistenza in vita, presenti la firma del pensionato autenticata dai pubblici ufficiali locali, ma sia privo delle indicazioni riguardanti l'Istituzione di appartenenza (vale a dire l'indirizzo della stessa, il nominativo del funzionario che ha verificato l'identita' personale), tali informazioni potranno anche essere prodotte dal pensionato, purche' attraverso il timbro o l'attestazione da parte del  funzionario sia possibile identificare l'Istituzione che ha effettuato l'autenticazione.
- Nel caso in cui il pensionato si trovi in grave stato di infermita' fisica o mentale o si tratti di soggetti disabili che risiedono in istituti di riposo o sanitari, pubblici o privati, o di pensionati reclusi in istituti di detenzione, e' necessario contattare il servizio di assistenza di Citibank N.A. che rendera' disponibile il modulo alternativo di certificazione di esistenza in vita (modulo di colore verde).
Si fa presente che il suddetto modulo dovra' essere compilato e sottoscritto da uno dei seguenti soggetti e restituito a Citibank N.A. unitamente all'ulteriore documentazione supplementare sotto elencata:
a) se il soggetto attestante e' un funzionario dell'ente pubblico o privato in cui risiede il pensionato, sara' necessaria una dichiarazione recente su carta intestata dell'ente nella quale il funzionario conferma, sotto la propria esclusiva responsabilita', che il pensionato sia in vita e invalido;
b) se il soggetto attestante e' un medico generico responsabile delle cure del pensionato, sara' necessaria una dichiarazione recente su carta intestata del medico che conferma, sotto la propria esclusiva responsabilita', che il pensionato sia in vita e impossibilitato a seguire la procedura standard;
c) se il soggetto attestante e' un rappresentante o il tutore legale del pensionato, sara' necessario allegare una copia autenticata di una valida procura recente e debitamente timbrata o dell'atto di tutela legale dell'Autorita' locale legittimata.

6. L’INPS ha infine comunicato che Citibank ha predisposto un Servizio Clienti a supporto dei pensionati, delegati, procuratori, Consolati, e Patronati che richiedessero assistenza in merito al modulo di attestazione di esistenza in vita ed altre tematiche riguardanti la verifica.
Il Servizio Clienti Citibank N.A.puo' essere contattato nei seguenti modi:
• visitando la pagina web www.inps.citi.com;
• inviando un'e-mail all'indirizzo inps.pensionati@citi.com;
• telefonando ad uno dei numeri verdi indicati nella lettera esplicativa.
Il servizio e' attivo dal lunedi' al venerdi' tra le 8:00 e le 20:00 (ora italiana) in italiano, inglese, spagnolo, francese, tedesco e portoghese.

7. La modulistica e’ analoga a quella gia' utilizzata nell'ambito della procedura di verifica dell'esistenza in vita dei beneficiari dei trattamenti pensionistici corrisposti dalle gestioni private INPS

Allegato 1 - Modulo attestazione standard

Allegato 2 - Modulo attestazione alternativo

.

 

 

14/05/2013 ACCERTAMENTO DA PARTE DELL’INPS DEI REDDITI DEI PENSIONATI RESIDENTI ALL’ESTERO RELATIVI ALL’ANNO 2012 (RED/EST 2013)

L’INPS (Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale) ha informato di aver avviato le procedure di inoltro ai singoli pensionati residenti all’estero del modulo (in allegato) relativo all’accertamento dei redditi percepiti nel 2012.  

Il modulo e la relativa documentazione dovranno essere presentati entro il prossimo 31 luglio all’ente di patronato che provvederà all’inoltro telematico all’Istituto.

Nel ricordare che la verifica delle situazioni reddituali dei pensionati  incidenti sulle prestazioni pensionistiche discende da una previsione normativa  (art. 13 della Legge n. 412 del 31.12.1991), si evidenziano in particolare i seguenti punti:

    1. i dati da inserire si riferiscono ai redditi percepiti nell’anno 2012 dal titolare, dal coniuge o, nel caso di assegni familiari, anche dai componenti del nucleo familiare;
    2. i connazionali dovranno inviare il modulo anche se non hanno redditi oltre alle pensioni italiane;
    3. si osserva che è stata inserita la sezione n. 11 che deve essere compilata se il pensionato ha svolto nel 2012, svolge o intende svolgere nel 2013, attività di lavoro autonoma, professionale o di impresa.
    4. Gli interessati possono avvalersi dell’assistenza degli Enti di Patronato riconosciuti dalla legge.  Una volta compilato, il modulo per la dichiarazione dei redditi e la relativa documentazione devono essere presentati, entro il 31 luglio 2013, all’Ente di Patronato che provvede a inoltrarli telematicamente all’Istituto.  In alternativa i pensionati possono provvedere direttamente;
    5. Qualora il modulo non venga trasmesso o non sia correttamente compilato, sottoscritto e completo della documentazione richiesta l’INPS sarà costretto a sospendere qualsiasi pagamento.

Al predetto modulo i connazionali dovranno allegare i seguenti documenti;

      • copia del documento d’identità;
      • copia di un documento attestante la cittadinanza;
      • certificato dell’Ente estero previdenziale o assistenziale erogatore della pensione.

Clicca qui per stampare il modulo

 

 

PAGAMENTO DELLE PENSIONI INPS ALL’ESTERO: POSSIBILITA’ DI RISCUOTERE I RATEI PENSIONISTICI PRESSO GLI SPORTELLI WESTERN UNION (16/04/2013)

 

  • Al fine di evitare la sospensione del pagamento delle pensioni in caso di mancato completamento della verifica dell’esistenza in vita entro il 03 giugno 2013, l’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale ha concordato con CITIBANK la localizzazione del pagamento delle rate di luglio e agosto 2013 presso gli sportelli Western Union per la riscossione personale da parte dei pensionati (con esclusione di delegati e tutori), già sperimentata negli scorsi anni.
    La riscossione personale da parte del pensionato allo sportello Western Union costituirà prova dell’esistenza in vita. 

  • Per incassare il pagamento il pensionato dovrà esibire un documento in corso di validità con foto e con dati anagrafici corrispondenti a quelli con i quali è disposto il pagamento
    Una volta completata in tal modo la verifica, il pagamento delle rate successive della pensione sarà effettuato secondo le ordinarie modalità.
    Tuttavia, per produrre il suddetto effetto, la riscossione personale da parte del pensionato dovrà avvenire entro il 19 luglio p.v., in tempo utile per la predisposizione delle rate di agosto da parte di CITIBANK.
    Nel caso in cui il pensionato non riscuota la pensione entro la suddetta data, o nel frattempo non faccia pervenire l’ordinaria attestazione dell’esistenza invita, il pagamento della pensione del mese di agosto sarà nuovamente localizzato presso gli sportelli Western Union.   Nel caso in cui la riscossione non avvenga entro il 19 agosto o entro la stessa data non sia completato il processo di verifica con l’invio di idonea attestazione di esistenza in vita, il pagamento sarà sospeso a partire dalla rata di settembre 2013.
    Si precisa che, malgrado la sospensione della pensione, la rata di luglio e quella di agosto resteranno disponibili presso Western Union per 90 giorni dalla data di pagamento.
    Il pensionato, entro la suddetta data di scadenza delle rate, avrà ancora la possibilità di riscuotere la pensione e dimostrare in questo modo di essere in vita.   In alternativa, avrà la possibilità di far pervenire in ogni momento l’ordinaria attestazione di esistenza in vita e chiedere il ripristino dei pagamenti.
    Pertanto, nel caso in cui il pagamento in contanti della rata di luglio fosse incassato dopo la scadenza del 19 luglio 2013, la gestione dei pagamenti della pensione avverrà come segue:

         - se la riscossione della rata di luglio e/o agosto avverrà tra il 20 luglio e il 19 agosto 2013, il ripristino dei pagamenti di pensione secondo le ordinarie modalità avverrà a partire dal rateo di settembre 2013;

         - se il ritiro del rateo di luglio e/o agosto avverrà tra il 20 agosto e il 19 settembre 2013, il ripristino dei pagamenti di pensione avverrà a partire del rateo di ottobre 2013 e il pensionato dovrà richiedere alla sede che gestisce la pensione la remissione del rateo di settembre;

         - se il ritiro del rateo di luglio e/o agosto avverrà tra il 20 e il 25 settembre 2013, il ripristino dei pagamenti di pensione avverrà a partire dal rateo di novembre 2013 e il pensionato dovrà richiedere alla sede che gestisce la pensione la remissione del rateo di settembre e di ottobre;

         - se il ritiro del rateo di agosto avverrà tra il 26 settembre e il 19 ottobre 2013, il ripristino dei pagamenti di pensione avverrà a partire dal rateo di novembre 2013 e il pensionato dovrà richiedere alla sede che gestisce la pensione la remissione dei ratei di luglio, settembre e di ottobre.

  • Per avvertire i pensionati della possibilità di riscuotere la pensione presso Western Union, CITIBANK invierà una comunicazione personalizzata secondo il modello già in uso per i pensionati che riscuotono ordinariamente la pensione attraverso il suddetto Operatore.   A tale lettera è aggiunta una nota redatta in sei lingue che precisa che per i pensionati che devono fornire la prova dell’esistenza in vita è ammessa soltanto la riscossione personale.
    La comunicazione inviata ai pensionati contiene l’indicazione del MONEY TRANSFER CONTROL NUMBER (MTCN).  Nel caso in cui il pensionato non dovesse ricevere tale documentazione, potrà ottenere le informazioni necessarie e il codice MTCN contattando il Servizio Clienti CITIBANK attraverso il numero telefonico già in uso 0800 266 4513.
    Anche le strutture INPS sono state invitate a fornire l’assistenza necessaria ai pensionati che non dovessero ricevere la suddetta comunicazione.

  • Per individuare l’Agenzia Western Union più vicina, il pensionato residente in Argentina può telefonare al numero 0800 800 3030.
    In alternativa può ottenere informazioni chiamando il Servizio di supporto CITI  ai Pensionati INPS  al numero  0039 02 69430693.

  • La suddetta localizzazione di pagamenti sarà attuata solo nei Paesi in cui Western Union è presente.
    L’INPS precisa, inoltre, che non si potrà effettuare la riscossione presso Western Union nel caso in cui l’importo della pensione sia superiore all’importo di 6.300,00 Euro o di 7.500,00 dollari statunitensi.

.

INPS - ISTITUZIONE DELLO SPORTELLO MOBILE PER CUD 2013 (03/04/2013)

Si informa che, a partire da quest’anno, l’INPS rilascerà la Certificazione Unica dei Redditi da Lavoro Dipendente in forma telematica.
Il modello CUD sarà pertanto disponibile entro il mese di febbraio di ogni anno nella sezione “Servizi al cittadino – Fascicolo previdenziale per il cittadino – Modelli” del sito istituzionale www.inps.it
Per la visualizzazione e la stampa del modello, l’utente dovrà accedere previa identificazione tramite PIN
Tale codice di accesso, valido per l’utilizzo di tutti i servizi on line dell’Istituto, potrà essere richiesto:

  • al Contact  Center INPS al numero +39 06 164164 (servizio a pagamento in base al piano tariffario applicato dai diversi gestori telefonici di ciascun Paese) ovvero via Skype all’account INPS “contactcenter803164”;
  • via web inoltrando la richiesta tramite il portale INPS (www.inps.it) selezionando il pulsante “RICHIEDI PIN” (percorso “servizi online – PIN online”) e seguendo le indicazioni fornite dalla procedura.

Per venire incontro alle esigenze dei pensionati all’estero che non abbiano la possibilità di utilizzare il canale telematico l’Istituto ha previsto l’Istituzione di uno “Sportello Mobile” attraverso il quale il connazionale potrà richiedere l’invio del CUD al proprio domicilio estero fornendo all’operatore i propri dati anagrafici e il codice fiscale.

Lo Sportello Mobile è attivo dalle ore 8,00 alle ore 19,00 (ora italiana) ai seguenti numeri telefonici dedicati:

  • +39 06 5905.4403
  • +39 06 5905.3661
  • +39 06 5905.5702

.

PROROGA TERMINE PER DATA PRESENTAZIONE ACCERTAMENTO ESISTENZA IN VITA (07/03/2013)

Si informa che l’INPS ha posticipato il termine per la data di presentazione dell'accertamento dell'esistenza in vita dei pensionati residenti all'estero per l'anno 2013 al prossimo 3 giugno.

Qualora il numero delle certificazioni ricevute dimostri che non tutti i pensionati interessati siano stati in grado di adempiere all'obbligo di certificazione entro il nuovo termine, l'INPS valuterà la possibilità di localizzare il pagamento delle rate di luglio ed agosto 2013 presso gli sportelli della Western Union. In tali casi, la riscossione personale da parte dei pensionati costituirà prova dell'esistenza in vita.

.

VERIFICA DELL’ESISTENZA IN VITA DEI PENSIONATI ALL’ESTERO PER L’ANNO 2013– (aggiornamento al 17/01/2013)

L’INPS ha comunicato l’avvio della verifica dell’esistenza in vita dei pensionati all’estero per l’anno 2013.

Come è noto la verifica dell’esistenza in vita è necessaria al fine del corretto pagamento dei trattamenti pensionistici ed è effettuata al fine di impedire che le risorse pubbliche siano erogate ingiustamente.

Le modalità di svolgimento della verifica dell’esistenza in vita saranno sostanzialmente analoghe a quelle già adottate per l’anno 2012. A tal fine, l’INPS ha già avviato l’invio ai pensionati all’estero di plichi contenenti:

  • Modello di attestazione standard (redatto su di un unico foglio in due lingue invece di 2 fogli) di colore giallo;
  • Lettera esplicativa;
  • Busta con indirizzo prestampato da utilizzare per la restituzione del certificato di esistenza in vita al Citibank. 

 

Si fa presente che a far data dal 10 dicembre 2012, su richiesta del pensionato o del patronato, i moduli potranno essere inviati all’apposita casella postale anche a mezzo posta elettronica in formato PDF.

Nel caso in cui funzionari pubblici locali, individuati come testimoni accettabili, si rifiutino di sottoscrivere il modulo redatto da Citibank, i pensionati possono certificare la propria esistenza in vita producendo gli appositi moduli rilasciati dai competenti enti pubblici locali, purché gli stessi costituiscano valida attestazione dell’esistenza in vita secondo la legge del Paese di residenza.
Al fine di facilitare la procedura di verifica, il pensionato dovrà comunque compilare il modello standard ricevuto al proprio domicilio ed inviarlo a Cibitank  unitamente a quello  rilasciato dall’autorità locale competente.

 

Nel caso in cui i funzionari pubblici locali, pur autenticando la firma del pensionato rifiutino di riportare sul modulo le informazioni relative all’organizzazione di appartenenza, indirizzo della stessa, il nominativo del funzionario, i pensionati possono inviare i moduli contenenti la sola indicazione del nome e dell’indirizzo dell’autorità che ha provveduto a verificare l’identità del pensionato.  Tali dati possono essere inseriti anche dallo stesso pensionato ove il testimone accettabile non volesse provvedere personalmente alla compilazione sempre che, attraverso il timbro del funzionario sia possibile identificare l’istituzione che ha effettuato l’autenticazione.

L’INPS ha altresì predisposto un modulo, di colore verde, alternativo a quello standard, anch’esso disponibile in PDF tramite posta elettronica,   specifico per i casi particolari in cui il pensionato abbia difficoltà a muoversi, come ad esempio:

  • Pensionati ricoverati in strutture sanitarie o di riposo (l’attestazione di esistenza in vita potrà essere controfirmata dal Responsabile della struttura);
  • Detenuti (l’attestazione potrà essere controfirmata dal Direttore della struttura carceraria);
    Soggetti impossibilitati a muoversi da casa per problemi di salute (l’attestazione potrà essere controfirmata dal medico curante);
  • Interdetti (l’attestazione dovrà essere firmata dal tutore).

Tale modulo verde dovrà essere compilato e sottoscritto da uno dei seguenti soggetti e restituito a Citibank unitamente alla prevista documentazione supplementare:

a)  il funzionario dell’ente pubblico o privato in cui risiede il pensionato.  In tal caso il funzionario dovrà allegare al modulo verde una dichiarazione recente su carta intestata dell’ente con la quale conferma, sotto la propria esclusiva responsabilità che il pensionato sia in vita e impossibilitato a seguire la procedura standard;

b)  il medico generale responsabile delle cure del pensionato. In tal caso il medico dovrà allegare una dichiarazione recente su carta intestata con la quale conferma, sotto la propria esclusiva responsabilià, che il pensionato sia in vita e impossibilitato a seguire la procedura standard;

c)   il rappresentante o il tutore legale del pensionato. In tal caso dovrà essere allegato al modulo verde una copia di una valida procura recente e debitamente timbrata o, in alternativa, una copia dell’atto di tutela legale dell’Autorità locale legittimata.

La firma del pensionato o la firma e il timbro di un “testimone accettabile” non sarà richiesta su questi moduli alternativi di certificazione di esistenza in vita.

 Il modulo regolarmente perfezionato e completo della documentazione richiesta nella lettera esplicativa dovrà pervenire alla CITIBANK inderogabilmente entro il 02/04/2013.

Il mancato ricevimento da parte della CITIBANK della certificazione dell’esistenza in vita potrebbe causare la sospensione del pagamento della pensione a partire dalla data sopra citata.

Qualora dal monitoraggio dell’andamento delle risposte ricevute dalla CITIBANK dovesse evidenziarsi che una parte consistente dei pensionati non possa rispettare la scadenza fissata del 02/04/2013, potrebbe essere previsto il ricorso alla localizzazione del pagamento delle rate di maggio e giugno agli sportelli della Western Union (Partner d’appoggio della CITIBANK). In questo modo, la riscossione personale da parte del pensionato costituirà prova dell’esistenza in vita e per le successive rate saranno ripristinate le modalità ordinarie.

Nel caso di mancata riscossione di tali rate, i pagamenti successivi saranno sospesi e potranno essere ripristinati solo a seguito della produzione di adeguata prova dell’esistenza in vita da parte dei pensionati interessati.

 N.B.: Si ricorda che gli Uffici abilitati ad autenticare i certificati di esistenza in vita in Argentina sono:

  • Consolato Italiano
  • Giudici/Magistrati
  • Pubblici Notai
  • Funzionari di Polizia
  • Funzionari del Comune/Regione
  • Giudici di Pace
     

Servizio assistenza CITIBANK

E’ stato attivato il Servizio Clienti a supporto dei pensionati, delegati, procuratori, Consolati al fine di fornire assistenza in merito alla compilazione del modulo standard di attestazione di esistenza invita.  Il servizio può essere contattato nei seguenti modi:

-  visitando la pagina web  www.inps.citi.com;

-  inviando una e-mail all’indirizzo inps.pensionati@citi.com;

-  telefonando ad uno dei numeri verdi indicati nella lettera esplicativa inviata per posta al domicilio del pensionato.

L’INPS inoltre ha segnalato che nelle prossime settimane sarà disponibile il nuovo servizio automatico interattivo (IVR) di Citibank attraverso il quale il pensionato, chiamando al numero telefonico predisposto per il Paese di residenza  (per l’Argentina 08002664513) potrà verificare la fase di validazione di uno o più certificati di esistenza in vita.  Il servizio è attivo 24 ore su 24, 365 giorni all’anno.  Per il suo utilizzo è necessario munirsi del numero a 12 cifre tramite cui Citibank identifica ciascun pensionato e che è riportato in alto a destra in tutte le comunicazioni  effettuate ai singoli pensionati.

Le istruzioni per usufruire del servizio sono riportate nella comunicazione allegata.

Allegati:

.

29/06/2012 AVVISO PAGAMENTO DELLE PENSIONI INPS ALL'ESTERO. PROROGA DEL TERMINE DI PRESENTAZIONE DELL'ACCERTAMENTO DELL'ESISTENZA IN VITA

Mostra il contenuto del comunicato

.

02/05/2012 PAGAMENTO DELLE PENSIONI INPS ALL'ESTERO. PROROGA DEL TERMINE DI PRESENTAZIONE DELL'ACCERTAMENTO DELL'ESISTENZA IN VITA

L'INPS ha comunicato che il termine per la presentazione da parte dei pensionati delle relative attestazioni di esistenza in vita è stato prorogato dal 2 aprile al 2 giugno 2012.
Conseguentemente, la sospensione del pagamento delle pensioni intestate ai soggetti che non completeranno il processo di accertamento dell'esistenza in vita entro il suddetto termine sarà disposta a partire dalla rata di luglio 2012.
Si ricorda che tutte le informazioni relative alle nuove modalità di pagamento delle pensioni INPS sono state indicate con i Comunicati del 1 e 25 novembre e del 12 dicembre 2011.
(vedi anche)

.

12/12/2011 RETTIFICA COMUNICATO  DEL 25 NOVEMBRE 2011
NUOVE MODALITÀ DI PAGAMENTO DELLE PENSIONI INPS PER L'ANNO 2012: ULTERIORI INFORMAZIONI
(PREGO LEGGERE ANCHE IL COMUNICATO DEL 1 NOVEMBRE 2011)

.

28/11/2011 NUOVE MODALITÀ DI PAGAMENTO DELLE PENSIONI INPS PER L'ANNO 2012: ULTERIORI INFORMAZIONI
(PREGO LEGGERE ANCHE IL COMUNICATO DEL 1 NOVEMBRE 2011)


36